News in Italian
ELEZIONI POLITICHE ITALIANE
4 MARZO 2018
Un servizio pubblico di
 

Great exposure, large targeted audience

I CANDIDATI
COME SI VOTA , FAC-SIMILE
COMUNICATI
I RISULTATI



PUBBLICITA



sito in allestimento
CANDIDATI
PER LA CAMERA

SCHEDA ROSSA





NISSOLI (FI) PROMETTE PIÙ INNOVAZIONE NELL’EROGAZIONE DEI SERVIZI

  ROMA\ aise\ 26/01/2018 - "Il primo impegno che assumo nei confronti dei miei elettori riflette il principio che ha ispirato il mandato che ho concluso con questa legislatura: sostenere e supportare le comunità italiane all'estero recependone le esigenze e le necessità per tradurle in fatti concreti". È quanto dichiara l’on. Fucsia Nissoli, coordinatrice di Forza Italia in Nord e Centro America e candidata alla Camera alle prossime elezioni politiche nella stessa Ripartizione estera.  "Dare voce alle comunità", dice Nissoli, "significa per me principalmente due cose: garantire gli strumenti per rendere snello e agevole il rapporto con l'Italia e fare in modo che nell'esercizio dei diritti siano pienamente equiparate ai cittadini che risiedono in Italia".
   Come intenda far ciò Nissoli lo spiega così: "Pensiamo alla possibilità di poter prenotare il passaporto comodamente da casa, pagarlo on line e presentarsi in consolato solo per ritiralo.  Pensiamo alla possibilità di poter ottenere anche all'estero l'identità digitale stando comodamente a casa senza doversi recare in alcun ufficio, magari dopo qualche ora di volo, e usare dal proprio pc i servizi dell'Agenzia delle Entrate, dell'Inps, dei Comuni, e delle altre Amministrazioni accreditate usando una sola user id e password. Pensiamo alla possibilità di richiedere sempre comodamente da casa la propria carda di identità elettronica e farsela spedire dove si desidera e con cui accedere ai servizi della PA in massima sicurezza".
   "Ecco, pochi e piccoli passi che renderebbero però la vita dei nostri connazionali all'estero di certo più agevole", osserva Nissoli. "Pochi e piccoli passi concreti, non promesse irrealizzabili, che con impegno e costanza voglio contribuire a portare a termine", conclude la parlamentare, "in continuità con il lavoro svolto fino ad ora nella Commissione parlamentare di inchiesta sul livello di digitalizzazione e innovazione della Pubblica Amministrazione". (aise)

ESTRATTI INTERVENTI IN PARLAMENTO ON FUCSIA NISSOLI FITZGERALD

On. Fucsia Nissoli Fitzgerald: Alcuni miei interventi in Aula in favore degli italiani all’estero:






NISSOLI (FI): SU RAI ITALIA NECESSARIO PARI TRATTAMENTO DEI CANDIDATI

ROMA\ aise\ 09/02/2018 - L’on. Fucsia Nissoli, deputata e coordinatrice FI in Nord e Centro America, dove è stata eletta e si ricandida ora alle politiche del 4 marzo, esprime il suo "pieno disappunto" per quanto accaduto su Rai Italia, dove è andata in onda una "pubblicità indiretta in favore di un candidato del PD alle elezioni politiche in Nord e Centro America".
Nissoli auspica che "si provveda a dare anche agli altri candidati la stessa visibilità nel più breve tempo possibile, visto che", conclude, "le elezioni sono alle porte". (aise)



Anche in terre lontane,promuoviamo la lingua italiana attraverso le nostre belle canzoni...



SANREMO: FUCSIA FITZGERALD NISSOLI (FI), FESTIVAL UNISCE ITALIANI NEL MONDO

   Roma, 24 gen. (AdnKronos) - "Il Festival di Sanremo è una
manifestazione che avvicina tra loro gli italiani nel mondo".
   Parola di Angela Fucsia Fitzgerald Nissoli, deputata di Forza Italia eletta nella Circoscrizione America Settentrionale e Centrale, che conversando con l'Adnkronos sottolinea come la kermesse canora sia "particolarmente seguita all'estero.
   Va in onda su Rai Italia ed è molto cara soprattutto alle generazioni di italiani venuti in America diversi anni fa. Inoltre - racconta la deputata - a New York c'è Tony Pasquale di Radio ICN che segue in diretta il Festival con interviste e commenti".
   Non solo. A New York, racconta Fitzgerald Nissoli, "l'attenzione per  la canzone italiana è talmente forte che da dieci anni ormai c'è l'appuntamento fisso con il Festival della Musica Italiana,
organizzato dal cavaliere Tony Di Piazza e da qualche anno trasmesso su Rai Italia.
   Anche in Messico venerdì prossimo ci sarà la terza  edizione del Festival della Musica Italiana organizzato dall'associazione Riviera Maya.
    Sono entrambi eventi seguitissimi e molto attesi, perché - conclude la deputata -  sono momenti nei quali attraverso la musica e il canto  si coltiva il legame con le proprie origini". (Orl/AdnKronos)
www.fucsiafitzgeraldnissoli.com
www.forzaitaliaUSA.com




GLI AUGURI DELL’ON. NISSOLI (FI) PER UNA SANA COMPETIZIONE ELETTORALE

   ROMA\ aise\ 05/02/2018 - “A marzo si vota per il rinnovo del parlamento italiano. Anche noi residenti all'estero siamo chiamati a fare la nostra scelta, una scelta per unire gli italiani all'estero e difendere i nostri diritti. Dal 14 febbraio riceverai a casa il plico per votare ed esprimere la tua preferenza”. Lo afferma l’on. Fucsia Nissoli Fitzgerald, candidata alla Camera dei Deputati, nella Circoscrizione estero - Ripartizione Nord e Centro America, per la lista di centro destra con Berlusconi.
   “Inizia la campagna elettorale”, prosegue la deputata eletta all’estero, “e auguro a tutti una competizione sana, all’insegna del rispetto reciproco, in modo da dare il buon esempio ai giovani che vogliono impegnarsi in politica, ai nostri figli ed ai nostri nipoti. Dobbiamo tutti lavorare per il bene comune e delle nostre Comunità all’estero, pur nella differenza delle appartenenze partitiche”.
   “Io mi impegno a continuare a lavorare per il bene di tutti e non dei singoli, questa è la mia strada maestra”, conclude Nissoli, “e la seguirò senza indugio, come ho sempre fatto anche in passato”. (aise)
 



ELEZIONI POLITICHE/ APPELLO DI NISSOLI (FI): ANDATE A VOTARE NUMEROSI
   05/01/2018 - ROMA\ aise\ - "Care amiche e cari amici, il prossimo 4 marzo sono previste le elezioni politiche. Un impegno importante per ogni cittadino, anche all'estero, dove come sapete votiamo per corrispondenza", ricorda l’on. Fucsia Nissoli, deputata eletta all’estero e coordinatrice di Forza Italia in Centro e Nord America, che rivolge un appello ai connazionali, proprio in vista del voto.
   "Voglio fare un appello a tutti voi affinché siate numerosi a votare e facciate sentire la voce degli italiani all'estero, perché, se la percentuale dei votanti all'estero sarà alta, allora quando saremo eletti avremo una forza maggiore e una maggiore capacità di negoziare in favore delle questioni che interessano le nostre Comunità".
   "Per votare all'estero bisogna iscriversi all'AIRE", ricorda Nissoli, "così il Consolato può inviare il plico e si voterà per corrispondenza".
   "C'è molto da fare", continua la responsabile di Forza Italia. "Ho sensibilizzato i miei colleghi eletti sul territorio nazionale sui nostri problemi e stanno capendo le questioni che poniamo, per cui", aggiunge, "spero che nella prossima legislatura ci sia una maggiore sensibilità per gli italiani all'estero in Parlamento. Se saremo uniti ce la faremo!".
   "E con questo spirito, allora", conclude Nissoli, "all'inizio di quest'anno voglio augurare a ognuno di voi prosperità, serenità e successo in ogni momento della vita e vi abbraccio idealmente con affetto!". (aise)
www.fucsiafitzgeraldnissoli.com
www.forzaitaliaUSA.com

  La Legislatura e' terminata​ ​e ripercorro con la mente le tante battaglie fatte per portare avanti gli impegni assunti con Voi quando Vi ho chiesto di darmi fiducia e accogliere le mie proposte per servire, nel Parlamento italiano,​ ​la Comunita' italiana che vive in Nord e Centro America. Ho sentito forte in me la necessita' di portare avanti gli impegni assunti con Voi ed ho colto tutte le occasioni che si sono presentate per sostenere le Vostre, le nostre istanze.
   Mi sono impegnata sui temi della parita' fiscale tra gli italiani all'estero e quelli che vivono sul territorio nazionale, sulla scuola e la promozione della lingua italiana, sul miglioramento dei servizi consolari, sulla promozione e tutela del Made in Italy, per una previdenza italiana all'estero adeguata alle necessita' dell'oggi, per una Italia capace di abbracciare ancora i propri figli ridando loro la cittadinanza perduta.
   Tutti temi che sono stati oggetto di mie interrogazioni, mozioni approvate anche all'unanimita' ma che non ancora vedono la piena realizzazione, come quelle sulla previdenza e quella sulla tutela del Made in Italy.
   Temi sui quali ho prodotto progetti di legge, ho fatto emendamenti, come quello sulla scuola che ha cambiato la governance della scuola italiana all'estero rendendola piu' adeguata alle necessita' del territorio.
   Ho lottato con forza e tenacia per far si' che chi ha perso la cittadinanza dopo essere andato a vivere all'estero potesse riacquistarla con una semplice richiesta al Consolato competente e sentirsi pienamente italiano. Ho lavorato per migliorare i servizi consolari, renderli piu' efficienti ed efficaci e preservare la rete gia' presente sul territorio. Infatti, dopo le mie insistenze si decise di istituire un Consolato onorario a Newark, oggi pienamente operativo ed in grado di assistere i connazionali residenti in quella zona.
   Mi sono impegnata in politica con la sensibilita' di donna e di mamma che si prende cura dei bisogni della Comunita'. Sono stati cinque anni di lavoro entusiasmante ed impegnativo su vari fronti, in un momento politico di cambiamenti che ha prodotto una nuova legge elettorale che, comunque, non modifica quella in vigore per l'estero, ad eccezione della possibilita' di permettere la candidatura nella Circoscrizione estera anche ai residenti sul territorio italiano. Il voto all'estero e' stato una grande conquista ma bisogna che sia veramente rispondente al dettato costituzionale di liberta' e segretezza, lontano da ogni possibilita' di brogli, e, quindi in grado di portare la grande risorsa della rete degli italiani all'estero dentro le Istituzioni nazionali. Una risorsa importante che vorrei entrasse a far parte a pieno titolo delle strategie del nostro Sistema Paese e delle politiche pubbliche del Governo.
   Un impegno che sento di assumere e che gia' sto portando avanti perche' senza una coscienza dell'importanza dell'emigrazione sara' difficile perorare le questioni di interesse della Comunita' italiana all'estero.
Angela Fucsia Nissoli







VINCENZO ARCOBELLI

ARCOBELLI (FDI): PORTO ALTA LA BANDIERA DEL CTIM FONDATO DA TREMAGLIA

  DALLAS\ aise\ 31/01/2018 - "Cari connazionali, è con l’umiltà
di chi crede negli ideali e se ne mette al servizio e con l’orgoglio di chi porta nel cuore e nel vento il tricolore della Patria che desidero comunicarvi di avere accettato di porre la mia candidatura sostenuta da Fratelli d’Italia alla Camera dei Deputati nella circoscrizione America Settentrionale e centrale per la lista unitaria del centrodestra". Così Vincenzo Arcobelli, consigliere Cgie ora candidato con il centrodestra alle prossime elezioni politiche di marzo, spiega la sua scelta.
  "È una scelta che ho compiuto non certo per ambizione o vanagloria personale ma per spirito di servizio verso la mia comunità, quella degli italiani all’estero ed in particolare del Centro e Nord America, che amo profondamente e verso cui sento di dovere dare tutto il mio impegno per rappresentarla degnamente nel più ampio consesso delle istituzioni italiane".
  "Ci sarà tempo, in questo mese di campagna elettorale, per sviluppare ed esporre programmi, idee, progetti: oggi, prima di tutto", afferma Arcobelli, "voglio però parlarvi con il cuore. Voglio innanzitutto dedicare alla mia gente vicina e lontana questa piccola grande battaglia, che sono certo con il vostro aiuto si potrà vincere. Desidero con essa continuare a perpetuare la tradizione morale e spirituale di Mirko Tremaglia, grazie al quale oggi possiamo votare e far eleggere gli italiani nel mondo".
  "Porto alta con me", continua Arcobelli, "la bandiera e la missione di quel Comitato Tricolore per gli Italiani nel Mondo – il quale oggi rappresento da presidente - che proprio il grande ministro per gli Italiani all’estero fondò al fine di "rafforzare i legami fra le varie comunità italiane nel mondo e la Madrepatria, perseguendo fini patriottici, morali, culturali ed assistenziali rendendosi portavoce delle esigenze dei nostri connazionali, tutelandone gli interessi, prospettando adeguate soluzioni dei loro problemi, promuovendo iniziative parlamentari e di altra natura a tutela dei nostri emigrati e delle loro famiglie in Italia e all’estero". So di trovare in voi cuori generosi e amicizia e sento di poter contare sul vostro sostegno", conclude Vincenzo Arcobelli, "per giungere alla meta". (aise)

TAPPA A BOSTON PER ARCOBELLI E CORTELLUCCI

   BOSTON\ aise\ 06/02/2018 - Fa tappa a Boston la campagna elettorale di Vincenzo Arcobelli e Mario Cortellucci, candidati rispettivamente alla Camera e al Senato nella ripartizione Centro e Nord America nella lista unitaria di centrodestra, in quota Fratelli d’Italia.
   Oggi, 6 febbraio, i due candidati incontreranno i diversi rappresentanti delle Associazioni e i connazionali presso il Ristorante Filippo (283 Causeway St, Boston, MA 02114) a partire dalle 19.00.
   In questa occasione, Arcobelli e Cortellucci illustreranno il loro programma elettorale e risponderanno ai quesiti posti dal pubblico. (aise)


BASILIO GIORDANO

BASILIO GIORDANO (FI): MASSIMO IMPEGNO PER CREARE UN FUTURO MIGLIORE PER L’ITALIA E PER NOI ITALIANI ALL’ESTERO
  MONTREAL\ aise\ - “Cari amici italiani, sono Basilio Giordano. Alle prossime elezioni politiche italiane mi ricandido con Forza Italia per un secondo mandato nella Ripartizione del Nord e Centro America. Non sono anni facili per la nostra Madrepatria, ma voglio impegnarmi ancora per contribuire a creare un futuro migliore, per l’Italia e per noi italiani all’estero. Vi chiedo perciò di sostenermi per portare a termine il lavoro iniziato due legislature fa”. Così Basilio Giordano lancia la sua campagna elettorale come candidato alla Camera nella lista di centrodestra, in quota Forza Italia, nella ripartizione Centro e Nord America.
  Giordano, già senatore nella legislatura 2008-2013, si ripresenta alle politiche: “una chiara dimostrazione di fiducia da parte di Silvio Berlusconi, e di Forza Italia, - sottolinea il suo staff - nei confronti dell’editore-giornalista italo-canadese”, che nella XVI Legislatura “si distinse per l’assiduità delle presenze (84.42% rispetto ad una media dell’80.10%) sia in aula che nelle Commissioni (‘Agricoltura e produzione agroalimentare’, prima; e ‘Affari esteri, emigrazione’, dopo); oltre che nel Comitato per le questioni degli italiani all'estero, in qualità di vicepresidente”.
  L’impegno di Giordano per gli italiani nel mondo, si ricorda agli elettori, “si è concretizzato in gesti chiari, circostanziati e puntuali negli ambiti strategici di Cultura, Turismo e Impresa. Come i due disegni di legge a difesa del Made in Italy e contro i Falsi Marchi italiani nel mondo (S. 921, S. 1145 e S. 2448), il DDL per le provvidenze a favore della stampa italiana all'estero (S.975) ed il progetto di legge di “Ratifica ed esecuzione della Convenzione tra il Governo della Repubblica italiana ed il Governo del Canada per evitare le doppie imposizioni in materia di imposte sul reddito e per prevenire le evasioni fiscali” (S. 2273). E ancora: Giordano è stato il promotore della firma dell’accordo di collaborazione in materia industriale e tecnologica, ricerca e sviluppo tra il Québec e la Regione Lombardia (2011); ed è stato il fautore dell’accordo tra l’Università di Padova e l’Istituto Nazionale della Ricerca Scientifica (INRS) del Québec che prevede, oltre a scambi di programmi e di ricerche, il riconoscimento legale reciproco di diplomi bi-valenti (2012). Giordano, inoltre, è stato presidente/fondatore dell'Associazione Parlamentare di Amicizia Italia-Canada e di quella Italia-Albania e membro dell'Associazione Parlamentare di Amicizia Italia –Repubblica Dominicana”.
  Rispetto al 2008 e al 2013, Giordano “non potrà ripresentarsi in sinergia con Amato Berardi, molisano della Provincia di Isernia, ma da oltre 40 anni residente a Filadelfia, negli Usa. Quest’ultimo, infatti, pur se riconfermato dal Centrodestra, ha dovuto gettare la spugna, per problemi di salute”.
  Quanto al suo impegno, se eletto, Giordano garantisce la sua “ferma e decisa volontà di riscattare il mandato della XVI Legislatura (2008-2013) segnato da una congiuntura economica internazionale negativa, e portare così a termine gli impegni presi con gli Italiani del Nord e Centro America”. Impegni che il candidato del centrodestra “rinnova e sottoscrive pubblicamente, convinto – come sempre - che solo chi ha vissuto all’estero, tra gli italiani all’estero, possa farsi interprete dei loro umori, delle loro esigenze e delle loro aspirazioni. E rivendicarli - con determinazione, credibilità e cognizione di causa - in Parlamento e tra i banchi del governo. Una credibilità corroborata, nel tempo e nei fatti, da un alto senso delle istituzioni e dalla lealtà, mai venuta meno, verso lo stesso partito – Forza Italia - che lo ha lanciato in politica nel 2008”.
  Giordano sintetizza in 8 punti il suo programma elettorale: Riaprire i termini per il riacquisto della cittadinanza italiana; Digitalizzare i servizi consolari; Migliorare l'assistenza sociale degli anziani all'estero; Incrementare i fondi per la cultura e la lingua italiana; Sostenere il riconoscimento dei titoli di studio e delle qualifiche professionali italiani all'Estero; Promuovere il “Made in Italy”; Modernizzare il palinsesto di Rai Italia; e, infine, Creare un ‘think tank’ di studenti e ricercatori di più recente immigrazione. (aise)

MATTEO GAZZINI

MATTEO GAZZINI (LEGA): COORDINATORE DELLA CAMPAGNA ELETTORALE IN NORD E CENTRO AMERICA

   ROMA\ aise\ 12/01/2018 - "La Lega Salvini Premier continua incessantemente a raccogliere consensi e deve quindi adeguare la propria organizzazione per riflettere il crescente consenso e la conseguente necessità di coordinare gli sforzi in vista delle elezioni politiche. Per questo motivo ho il piacere di annunciare di aver chiamato Matteo Gazzini, imprenditore altoatesino residente nello stato di New York a coadiuvarmi nella gestione elettorale per la Ripartizione Nord e Centro America". Così Guglielmo Picchi, deputato Lega Salvini Premier e consigliere di Matteo Salvini per la politica estera e di difesa, annuncia l'allargamento della squadra di coordinamento delle attività elettorali al Centro e Nord America.
   "Anche in Nord America – continua Picchi – stiamo registrando un cospicuo aumento dei consensi e mettere in campo una figura giovane e competente che viene dal mondo del fare come il dott. Gazzini dimostra la nostra volontà di rinnovare la rappresentanza degli Italiani all'estero e riflettere i grandi movimenti avvenuti negli ultimi 5 anni e la disastrosa gestione del PD".
   Gazzini, dal canto suo, si è detto "lieto di accettare questa nuova sfida e portare la mia esperienza di impresa e metterla a servizio dei connazionali. Fare meglio del PD e dei suoi rappresentanti nelle istituzioni non sarà difficile. Possiamo solo migliorare e ho energia e voglia di aiutare il cambiamento”.
   Matteo Gazzini ha 32 anni, è originario di Bressanone ed è stato manager del settore immobiliare prima di dedicarsi all'attività imprenditoriale negli USA. (aise)


ROCCO DI TROILO

DI TROILO (PD) LANCIA LA SUA CAMPAGNA ELETTORALE

  VANCOUVER\ aise\ 30/01/2018 - Candidato alla Camera con il Pd in Centro e Nord America, Rocco Di Troilo ha lanciato ufficialmente la sua campagna elettorale.
  “Per almeno quindici anni ho costantemente lavorato a fianco delle associazioni, dei patronati e dei servizi consolari per i cittadini italiani all'estero, da Calabritto a Londra e poi a Vancouver, dove tutt'ora risiedo”, ricorda Di Troilo, ora consigliere del Cgie per il Canada, con un passato da presidente del Comites di Vancouver e direttore del Patronato INCA, sempre a Vancouver.
  “Una vita spesa al servizio degli italiani all’estero” lo slogan che accompagna la sua campagna elettorale e il suo programma, suddiviso in azioni per comunità, per i giovani, per gli anziani, per le imprese e per il Servizio pubblico.
  Per la Comunità, Di Troilo propone “Potenziamento della rete consolare; Riapertura dei termini per il riacquisto della cittadinanza italiana; Maggiore informazione su carta stampata, radio e television da e per l’Italia; Recuperare e promuovere la nostra identitá e cultura attraverso l’incremento sul territorio locale di Istituti di Cultura italiana, Universitá, scuole pubbliche, Camere di commercio, Patronati e non solo”.
Specificamente per i Giovani, il candidato democratico sottolinea l’esigenza di “attivare corsi di formazione al lavoro; istituire borse di studio; riconoscere i titoli di studi italiani e creare un osservatorio sul flusso d’immigrazione dei giovani in Nord e Centro America”.
  Prioritari per gli anziani “l’assegno di solidarietà e la sanatoria per gli indebiti previdenziali e difesa della maggioranza sociale”.
Quanto alle imprese, Di Troilo punta sullo “sviluppo della cooperazione e degli scambi commerciali e professionali tra il tessuto economico locale e gli operatori che agiscono nel sistema italiano”.
  Infine, per il servizio pubblico, l’esponente democratico ha tra i suoi obiettivi la “riforma delle funzioni del COM.IT.ES e del CGIE; e il link tra le istituzioni italiane e gli interessi degli italiani residenti all’estero”. (aise)  
ISABELLA WEISS DI VALBRANCA
  Isabella Weiss Di Valbranca è candidata alla Camera dei Deputati con il Pd nella ripartizione estera Nord e Centro America. Laureata in Giurisprudenza, molto impegnata nel sociale, è molto bene inserita all’interno della comunità italiana di San Francisco, Stati Uniti.
  Isabella è anche nel Board of Directors di una prestigiosa associazione culturale della Bay Area, in California. ItaliaChiamaItalia l’ha voluta contattare per conoscerla meglio.
  Isabella, perché ha scelto di candidarsi?
  Se devo essere sincera, quando mi è stato chiesto se avessi voluto candidarmi sono rimasta per molte ore senza sapere cosa fare. Una campagna così breve, in un territorio così vasto, tutta a mie spese, come avrei potuto farcela? Ho sentito un peso enorme sulle mie spalle, ma anche molta responsabilità. Ho sentito che dovevo accettare e andare avanti, e anche se non avrei mai avuto il tempo di viaggiare dal Canada al Centro America, mi sono detta che potevo almeno cercare di fare del mio meglio.
GIOVANNI FALEG

FALEG (PD) INCONTRA I CONNAZIONALI A NEW YORK IL 20 FEBBRAIO

   NEW YORK\ aise\ 14/02/2018 - È stato rimandato a martedì prossimo, 20 febbraio, l’aperitivo con il candidato alla Camera del Pd in Centro e Nord America Giovanni Faleg, che incontrerà i connazionali al Ristorante Gardenia (64 Downing St & 7th Ave) a New York.
   "Conosco l'amico Giovanni da molti anni, essendo stati insieme con altri amici (Ivan Scalfarotto, Raoul Minetti) nel comitato editoriale della rivista iMille. È un giovane molto competete (google him), serio, e soprattutto modesto. Ritengo possa essere un ottimo rappresentante in Parlamento e possa fare un buon lavoro per il paese e per le cose che ci stanno a cuore all'estero", scrive Gianluca Galletto, annunciando l’incontro con il candidato residente a Washington.
   "Capisco bene che l'interesse e l'entusiasmo siano ai minimi termini”, annota Galletto, riferendosi al voto. “Lo scollamento fra rappresentati e rappresentanti è ormai colossale. Ma ritengo fondamentale partecipare alle elezioni. Soprattutto in momenti come questo, perché minore è la partecipazione e ancora peggiore sarà la qualità dei nostri rappresentanti. Nella nostra circoscrizione ci sono le preferenze e possiamo scegliere la persona - e oggi il problema della politica è soprattutto un problema di persone, across the board. Nel nostro contesto del voto estero, le informazioni sono scarsissime e moltissimi non hanno idea di chi siano i candidati: anche se non siete sostenitori del PD, - conclude Galletto – questa è un'occasione carina e utile per conoscerne uno - per me il migliore - e formarsi almeno un’opinione".
   Faleg ha 34 anni, vive all’estero dal 2006 ed è a Washington DC dal 2014 con la moglie e loro
figlio. (aise)


ANGELO VIRO
VIRO (MAIE): PARTITI ROMANI NON PIÙ CREDIBILI

   ROMA\ aise\ 01/02/2018 - “Sono davvero orgoglioso e felice di poter annunciare la mia candidatura alla Camera dei Deputati con il MAIE, il Movimento Associativo Italiani all’Estero fondato dall’On. Ricardo Merlo”. Così in una nota Angelo Viro, vicepresidente della Casa de Italia di Santo Domingo, consigliere del Comites di Panama e candidato alla Camera con il MAIE nella ripartizione Centro e Nord America.
   “Il MAIE – continua il candidato – è l’unico movimento di italiani all’estero nato all’estero, fatto da italiani nel mondo come me e come tanti altri che, uomini e donne, si danno da fare all’interno del network MAIE per rendere questa realtà associativa sempre più forte e presente oltre confine. Ho scelto di candidarmi con il MAIE perché sono convinto che i partiti tradizionali, i partiti romani, come li chiamiamo noi, abbiano perso ogni credibilità. Credere ancora alle loro promesse risulta davvero difficile a chiunque. Del resto è comprensibile: abbiamo visto quanto interesse abbiano dimostrato gli ultimi governi, di ogni colore, da oltre dieci anni a questa parte, nei confronti di noi italiani all’estero: nessuno”.
   “Cari connazionali – prosegue Viro rivolgendosi agli elettori - per anni avete dato fiducia ai partiti tradizionali e i risultati sono sotto gli occhi di tutto: il Sistema Italia oltre confine fatto a pezzi e per noi italiani nel mondo solo tasse e tagli. Mi candido col MAIE per contribuire, insieme agli altri eletti del movimento, a fermare i tagli ai capitoli di spesa che più ci interessano come italiani oltre confine. Mi impegno a rendere migliore la qualità di vita dei miei connazionali, in particolare di quelli del Nord e Centro America, la mia ripartizione elettorale. I punti del mio progetto sono online, contenuti nel mio sito web personale www.angeloviro.com. Chi volesse saperne di più, chi volesse contattarmi – conclude Viro - può farlo attraverso la mail angeloviromaie@gmail.com e il WhatsApp del MAIE Nord e Centro America +18293537651”. (aise)


FRANCESCA LA MARCA



LA MARCA (PD) CAPOLISTA ALLA CAMERA IN CENTRO E NORD AMERICA: GRATA E ONORATA

  ROMA\ aise\ 29/01/2018 - “Il Partito Democratico mi ha indicata
come candidata e capolista per la Camera dei Deputati nella ripartizione Nord e Centro America. Ne sono grata e onorata. Assolverò questo compito con altri compagni di viaggio, sia alla Camera che al Senato, di alto profilo professionale e di provata dedizione alla causa degli italiani all’estero”. Così Francesca La Marca, deputata uscente e di nuovo candidata alla Camera con il Pd in Centro e Nord America, dove è capolista.
  “Anche in Nord e Centro America, - sottolinea la parlamentare – chi vuole che l’Europa tenga a distanza la minaccia dei populismi e che l’Italia prosegua il suo cammino dalla crisi alla ripresa non ha che una scelta razionale e obiettiva: sostenere il Partito Democratico. Il fatto di essere stata indicata come capolista alla Camera rappresenta per me la conferma che il lavoro di questi anni è stato considerato utile per il Paese e soprattutto in linea con le esigenze dei nostri connazionali all’estero”.
  “Oggi, - sottolinea La Marca – l’unico partito che si può presentare agli italiani all’estero con un bilancio di svolta e con risultati nettamente positivi è il PD. Non sono parole di propaganda ma fatti che vi invito a verificare. In questo quadro, altrettanto evidenti e indiscutibili sono i risultati che con il mio impegno diretto si sono potuti raggiungere nella nostra ripartizione in diversi campi. Naturalmente, alcune cose sono da completare, altre da fare. Per questo, - conclude La Marca – il rinnovo della fiducia che chiedo agli elettori italiani non è un mandato in bianco ma vincolato a un programma, che spero voi vogliate conoscere”. (aise)







GIOVANNA GIORDANO



GIOVANNA GIORDANO (MAIE): DARE VOCE IN PARLAMENTO A CHI NON NE HA AVUTA

   MONTREAL\ aise\ - “Il MAIE ha un solo obiettivo: dare voce in Parlamento a chi fino ad oggi non ne ha avuta”.
Giovanna Giordano, presidente del Comites di Montreal, ha deciso di raccogliere la sfida e come anticipato dal “Corriere Canadese” si candiderà per un posto alla Camera dei Deputati alle prossime elezioni del 4 marzo nella Circoscrizione Nord e Centro America.

   “Ho deciso di presentare la mia candidatura - racconta Giordano al “Corriere” diretto da Francesco Veronesi - e ho voluto che il Corriere Canadese, l’unico quotidiano in lingua italiana in Canada, fosse il primo a saperlo. Sono presidente del Comites dal 2004 e quest’anno presidente del Comitato dei presidenti dei Comites in Canada. A Montreal il lavoro del Comites è sotto gli occhi di tutti. Lavoriamo per rendere un servizio alla comunità italiana. Siamo diventati un punto di riferimento per molti giovani che hanno dato vita alla Commissione Giovani del Comites. Lavoriamo per facilitare gli scambi di studenti tra scuole canadesi e scuole italiane.  Abbiamo realizzato numerosi scambi con alcune scuole specializzate nell’industria alberghiera. In Abruzzo, nel Lazio, in Veneto”.
   Al giornale, Giordano spiega di aver scelto il Maie “perché sono impegnata nella comunità italiana e conosco bene i problemi e le tematiche della mia gente e degli italiani all’Estero”. Per questo “mi sono avvicinata al progetto del MAIE. Per tanti anni, grazie al mio ruolo nel Comites, sono stata osservatrice privilegiata della politica che i vari partiti che si sono avvicendati al governo hanno messo a punto a favore degli italiani all’Estero. Ebbene i risultati sono sotto gli occhi di tutti: tagli profondi alle risorse destinate per la diffusione della lingua italiana nel mondo; alla promozione e alla salvaguardia del Made-in-Italy e alle Camere di Commercio; al funzionamento degli Organismi di rappresentanza (Comites e CGIE); agli organi di informazione; ai funzionamento dei Consolati; ai Patronati e la lista si potrebbe allungare ancora. Insomma il MAIE si smarca dalla logica dei vecchi partiti e della vecchia politica italiana che dal 2006 non ha prodotto nulla di buono per gli italiani all’Estero”...   CONTINUA





SALVATORE FERRIGNO



FERRIGNO (MAIE): PARTITI ROMANI ALLA FRUTTA. NOI UNICA ALTERNATIVA

   ROMA\ aise\ 20/02/2018 - Salvatore Ferrigno, candidato alla Camera dei Deputati con il MAIE – Movimento Associativo Italiani all’Estero, in questi giorni di campagna elettorale sta lavorando a stretto contatto con i connazionali, vicino alle associazioni italiane presenti negli Stati Uniti, che tanto lavoro fanno a favore della cultura italiana e delle tradizioni nostrane.
   “Sento molta voglia di cambiamento quando parlo con la gente – sostiene il candidato - in questi ultimi giorni soprattutto mi sono reso conto che sono tantissimi gli italiani che si sono avvicinati al MAIE e che hanno capito che solo un movimento autonomo e indipendente dalla partitocrazia romana può rappresentare la strada giusta per noi che viviamo oltre confine”.
   “Da qui alla fine del mese ho in programma diverse tappe e diversi incontri con i connazionali residenti negli Stati Uniti, sto recandomi ovunque ci sia un gruppo di italiani disposto ad ascoltare il messaggio rivoluzionario del MAIE, ovunque ci sia bisogno di ascoltare le richieste e le necessità della nostra comunità. Ormai i partiti tradizionali sono alla frutta, anche gli italiani nel Nord America stanno dimostrando di averlo capito e con il loro voto stanno dando fiducia al MAIE, l’unica alternativa possibile per noi italiani all’estero – conclude Ferrigno – dopo oltre dieci anni di fallimenti dei partiti romani che hanno prodotto solo buchi nell’acqua”. (aise)





LEONARDO METALLI



METALLI (MAIE): PUNTIAMO SU WEB E CULTURA

   ROMA\ aise\ 25/01/2018 - Leonardo Metalli, giornalista con esperienza all’estero, attualmente parte della redazione cultura del Tg1, è candidato alla Camera dei Deputati con la lista MAIE – Movimento Associativo Italiani all’Estero nella ripartizione estera Nord e Centro America.
   “Siamo convinti che nel web si cela il motore associativo più potente nelle battaglie politiche e culturali”, dichiara oggi il candidato del Maie. “In Italia l’hanno capito solo da poco. Quello che è accaduto all’estero negli ultimi 10 anni con il MAIE aveva preceduto questa voglia di partecipazione dei cittadini rispetto alle aree spesso limitate dei partiti tradizionali e sono nati così nuovi schieramenti di successo con molte buone idee e facce nuove”.
   Dopo la lunga esperienza fatta come giornalista per raccontare le storie degli Italiani nel mondo, ha presentato un progetto di migrazione digitale (Mad for Italy) che ha avuto grande consenso internazionale.
   Metalli dunque corre per un seggio in Parlamento, con l’obiettivo di “difendere con maggiore forza gli italiani nel mondo, in particolare quelli residenti in Nord e Centro America”, spiega il Maie in una nota.
   Secondo Metalli “si tratta di arrivare negli Stati Uniti con delle proposte culturali efficaci, per fare uscire l’Italia dalla prigionia dei confini fisici e mettere in contatto aziende e progetti degli italiani all’estero con aziende e progetti degli italiani che vivono in Italia. È una ricetta semplice ma efficace per rilanciare il nostro bel Paese nel mondo. Oltre confine ci aspettano i nostri connazionali che hanno lasciato l’Italia nel corso degli anni, con i quali ci lega un filo indissolubile e una vera fratellanza. Con il MAIE – conclude Metalli – abbiamo la soluzione per rilanciare il Paese e siamo tutti Mad For Italy”. (aise)






EMANUEL MAZZILLI
FRANCESCO DITTA
ANTONINO CALA` LESINA

GIUSEPPE CONTINELLO
PIERLUIGI ROY


ROSANNA DI PIERDOMENICO

GIOVANNI MANNINO
ALBERTO QUARTAROLI
DOM SERAFINI


FRANCESCO GALTIERI







MARIATERESA CASCINO







CESARE ROMANO







ROBERTO CILIBERTO



























CANDIDATI
PER IL SENATO

SCHEDA BLU


PAOLO CORTELLUCCI



CORTELLUCCI (FDI) LANCIA LA SUA CAMPAGNA

  TORONTO\ aise\ 31/01/2018 - “L'Italia è nel mio cuore. In Italia ho le mie radici. Sono uno dei milioni di connazionali che l’ha dovuta lasciare ed affrontare il difficile inserimento in una nuova società. Da oltre 50 anni faccio parte della “comunità italiana” in Nord America. Ho deciso di scendere in campo perché sento un profondo desiderio di servire noi e le nostre famiglie”. Così Mario Cortellucci lancia la sua candidatura al Senato con il centrodestra nella ripartizione Centro e Nord America nella circoscrizione estero. Candidato nella lista in quota Fratelli d’Italia, Cortellucci sostiene che “il governo italiano ha scelto da troppi anni di non curare i nostri interessi e non risolvere le nostre problematiche”.
  “È difficile rappresentare i bisogni e le aspirazioni della collettività italiana in Nord America senza aver fatto parte e vissuto in questa realtà. Noi collettivamente – continua Cortellucci – conosciamo le nostre esperienze in questa terra, i nostri sacrifici, le sfide e le opportunità. Non possiamo accettare lo status quo che ci ha lasciato completamente alienati e distanti dal processo decisionale. Aspiriamo come collettività italiana in Nord America ad un trattamento giusto ed equo. Lotteremo per affermare e difendere i nostri diritti sui vari temi: sistema sanitario, pensioni, tasse, miglioramento dei servizi consolari, riacquisto della cittadinanza”.
  “Se ho deciso di candidarmi e se ora vi chiedo di scendere in campo, - aggiunge – è perché credo sia fondamentale portare il governo italiano più vicino alla nostra gente e realizzare insieme una grande alleanza tra connazionali all’estero e italiani in Italia.   Un nuovo patto che sosterrebbe ancor di più la diffusione della nostra lingua e della nostra cultura. I miei valori e principi sono molto chiari: credo nell'individuo, nella famiglia, nell'impresa, nello sviluppo, nell'efficienza, nell’innovazione, nella tolleranza e nella solidarietà. Credo in una politica capace di garantire opportunità a tutti i cittadini, in particolar modo alle donne e ai giovani, e un rispetto profondo per i nostri pensionati”.
  “Il Canada, la terra dove ho imparato il mio mestiere, nell’arco di tanti anni di duro lavoro mi ha dato la possibilità di diventare imprenditore e creare migliaia di posti di lavoro”, spiega Cortellucci. “Adesso per poter portare avanti con serietà questa nuova scelta di vita, dovrò necessariamente sacrificare il mio ruolo nell’azienda che ho fondato e mettere la mia esperienza e il mio impegno a disposizione di una missione in cui credo con assoluta sincerità e determinazione. Come voi, voglio una nuova politica basata sui valori di ottimismo, fede e speranza. Sono lontano dalla politica che privilegia gli interessi personali e mi candido per eliminare questa indifferenza che da tanti anni esiste verso gli italiani in Nord America. Una battaglia che affronterò a fianco a Fratelli d’Italia e in sincera e leale alleanza con tutte le forze del centrodestra”.
  “Abbiamo bisogno del vostro voto – conclude – ed insieme possiamo realizzare il cambiamento che tutti noi desideriamo”. (aise)





FRANCESCA ALDERISI

ALDERISI (FI): GLI ITALIANI NEL MONDO AL CENTRO DEL NOSTRO IMPEGNO

 ROMA\ aise\ 01/02/2018 - “La comunità italiana all’estero è una risorsa perché porta nel mondo la cultura, la tradizione e l’impegno del nostro paese. Ma troppo spesso è una risorsa trascurata. Considero fondamentale, ed è un onore per me, concorrere in queste elezioni per rappresentare in Parlamento gli italiani che vivono all’estero”. Così Francesca Alderisi, candidata al Senato nella ripartizione Nord e Centro America con Forza Italia alle elezioni politiche 2018.
“Sento mio questo impegno perché conosco bene le esigenze di chi vive fuori dall’Italia. Per anni ho viaggiato all’estero e come conduttrice del programma televisivo Sportello Italia ho avuto la possibilità ed il privilegio di conoscere tanti italiani che risiedono nel mondo”, aggiunge Alderisi, che ha condotto ed è stata autrice per anni della trasmissione “Sportello Italia” programma di servizio storico di Rai Italia, trasmesso in tutto il mondo. Alderisi ha ottenuto l’onorificenza di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana per l’impegno a favore delle comunità italiane all'estero.
   “Ogni giorno parlo con i connazionali che vivono all’estero” aggiunge Alderisi “anche attraverso il blog ProntoFrancesca, continuo a ricevere segnalazioni, storie e testimonianze di chi vive in un altro paese. La cosa più importante per tutti è migliorare la burocrazia ed essere davvero rappresentati in Italia, perché chi vive all’estero, ma conserva la cittadinanza italiana, lo fa per amore del nostro paese e perché vuole continuare a sentirsi italiano. Per questo dobbiamo garantire a tutti dignità ed uno Stato efficiente. Dobbiamo rendere la burocrazia più snella, anche nelle questioni economiche relative a contributi, proprietà, pensioni, eredità, salute. E voglio rivolgere la mia attenzione anche a chi la cittadinanza l’ha persa, ma continua a sentirsi italiano e a portare il nome dell’Italia alto nel mondo”.
    “Il mio impegno per tutti sarà totale e costante. In squadra correrò in tandem con un’altra donna candidata, Fucsia Nissoli, già eletta nella scorsa legislatura deputato Circoscrizione Nord e Centro America”, sottolinea Alderisi. “Saremo in campo con il nostro impegno e soprattutto con il cuore, perché una parte di me è proprio tra gli italiani all’estero. Voglio dire Grazie per l’affetto e per l’entusiasmo sincero che mi state manifestando in queste prime ore in cui mi accingo ad affrontare una nuova grande avventura”. (aise)




FUCSIA NISSOLI E FRANCESCA ALDERISI IN CORSA PER FORZA ITALIA IN NORD E CENTRO AMERICA

  ROMA\ aise\ 30/01/2018 - “Forza Italia punta su due donne per
vincere in Nord e Centro America. Infatti, la deputata uscente Fucsia Nissoli è stata ricandidata alla Camera per continuare l’ottimo svolto fino ad ora per gli italiani residenti all’estero; a lei, ora, si unisce la nota conduttrice televisiva di programmi di servizio per gli italiani all’estero trasmessi da Rai Italia: Francesca Alderisi. Due donne che con la loro passione e capacità sapranno guidare alla vittoria il centro destra in Nord e Centro America”. È quanto dichiara in una nota il sen. Vittorio Pessina, Coordinatore di Forza Italia nel mondo. (aise)






PASQUALE NESTICO



CONCLUSA LA SETTIMANA CANADESE DI PASQUALE NESTICO (PD)

  TORONTO\aise\ 01/02/2018 - Si entra ufficialmente nel clima della campagna elettorale e anche all’estero comincia la corsa dei candidati. Gli italiani residenti in Canada hanno avuto occasione, in questi giorni, di incontrare Pasquale Nestico, cardiologo originario di Isca sullo Ionio (provincia di Catanzaro), candidato nelle file del Pd per la circoscrizione Nord e Centro America al Senato.
  Fondatore e presidente onorario di Filitalia International, Nestico ha incontrato numerose personalità, concentrando la sua attività soprattutto verso la sua terra d’origine. La Calabria è stata infatti al centro di numerose discussioni e incontri, tra questi la partecipazione alla “Frittulata” organizzata dal social Club Valle del Savuto, guidata dal presidente Tony Serravalle.
  Nel corso della settimana, il candidato ha incontrato le comunità calabresi di Maierato, Torre di Ruggiero, San Nicola da Crissa e Lamezia Terme, che registrano il più alto numero di presenze migratorie a Toronto. Ma non solo la Calabria è al centro della sua campagna elettorale: altri appuntamenti quello con la comunità molisana in località Mary lake, in occasione della tradizionale festa di Sant’Antonio e San Domenico, e quello con la comunità italiana di Oshawa, guidata da Franco Politano e dal calabrese Luigi Gravina, con i quali sono state impostate alcune basi di futura collaborazione. Non solo politica negli incontri che preparano la strada alle imminenti elezioni: il candidato del Pd ha incontrato, tra gli altri, gli anziani ospiti di Villa Colombo e gli imprenditori italiani con i quali ha discusso di alcune regole penalizzanti per l’importazione di prodotti dall’Italia, con ovvio riferimento alla situazione canadese. Ha discusso poi di doppia cittadinanza, con l’intenzione di intavolare degli accordi bilaterali con i vari governi, affinché tutti gli italiani all’estero possano godere di pari diritti, in particolare quelle persone che, per vari motivi, abbiano dovuto rinunciare al passaporto del loro paese natale. Altri faccia a faccia con il presidente del Ferrari club Antonio Folino, con alcuni ristoratori italiani e con Francesca La Marca, deputata uscente del Partito Democratico in corsa per un posto alla Camera. (aise)





PAOLO CANCIANI

CANCIANI (MAIE) CANDIDATO AL SENATO: I PARTITI ROMANI HANNO TRADITO TREMAGLIA

   ROMA\ aise\ 02/02/2018 - Paolo Canciani, candidato al Senato con il MAIE nella ripartizione estera Nord e Centro America, con una nota pubblicata su Facebook inizia a togliersi "il primo sassolino dalla scarpa". E scrive: "Se oggi noi votiamo anche qui, lontano dalle Alpi e dagli Appennini, lo dobbiamo "solo" a lui: Mirko Tremaglia. Il suo desiderio di impegnarsi politicamente per favorire i numerosi italiani che si trovavano all’estero nacque nel lontano 1963. Intenzionato a ritrovare la tomba del padre caduto in Eritrea durante il secondo conflitto mondiale, Tremaglia la ritrovò e si stupì nel constatare che sopra vi erano fiori freschi deposti dagli italiani che erano laggiù".
   "Tremaglia", continua Canciani, "ha lottato per il voto degli italiani all’estero con una tenacia straordinaria e il cammino non è stato affatto semplice, ha dovuto penare tra roveti e pantani burocratici, ma alla fine ha vinto la sua battaglia: dare voce agli italiani all’estero, dare una voce anche a noi. Un sogno che si concretizzò nel 2006 quando entrò in vigore la legge Tremaglia che istituì la circoscrizione estero".
   "Ricordiamolo", insiste il candidato MAIE: "questo voto non ha un valore solo costituzionale ma anche umano – morale e storico straordinario".
   "Mirko Tremaglia è una stella che brillerà per sempre sulle vite degli italiani oltre i confini del mondo. Prima di lasciarci", ricorda Canciani, "ribadì per l’ennesima volta ed a mo’ di monito: "Non fatevi fagocitare dalla politica partitica italiana, non fatevi privare della vostra autonomia, sarebbe la vostra fine". Una fine, purtroppo, sancita dalla legge 165 del 3 novembre 2017, - esattamente due mesi e mezzo fa -, che "permette ai residenti in Italia di candidarsi all’estero, ma non a noi – cittadini evidentemente di seconda classe – che non possiamo candidarci in Italia". Ed ecco allora che si sono fatti tanti nomi", sottolinea Canciani, facendo riferimento in particolare a Francesca Alderisi, "trevigiana trapiantata a Roma" e "candidata al Senato, proprio come me, nel gruppo    "Berlusconi-Salvini-Meloni", quello che raggruppa anche i cosiddetti figli di Tremaglia".
   La legge che consente ai non iscritti AIRE di candidarsi all’estero è, secondo Canciani, "il grande tradimento a Mirko Tremaglia, il pater familias dei nostri diritti. Una legge oltraggiosa per noi italiani nel mondo, una legge votata da tutti, eccezion fatta dal MAIE. Anche - e questo fa piangere il cuore - dai deputati di casa nostra".
   "Per questo", conclude Paolo Canciani, "sono orgoglioso di fare parte di un movimento veramente italiano. Come Mirko Tremaglia! Che noi non abbiamo mai tradito. Noi veri ed unici paladini degli italiani all’estero". (aise)


AUGUSTO SORRISO

SORRISO (MAIE) SU RAI ITALIA: BASTA PARTITI - SCENDIAMO IN CAMPO COME ITALIANI ALL’ESTERO

   ROMA\ aise\ 15/02/2018 - "Siamo un movimento di italiani all'estero nato all'estero, i partiti tradizionali, i partiti romani, hanno fallito. Hanno distrutto il Sistema Italia nel mondo". Così Augusto Sorriso, capolista al Senato nel Nord e Centro America con il MAIE, durante la Tribuna Elettorale di Rai Italia in vista delle elezioni politiche del 4 marzo.
   "Siamo un movimento di italiani all'estero nato all'estero, i partiti tradizionali, i partiti romani, hanno fallito. Hanno distrutto il Sistema Italia nel mondo", è l’accusa di Sorriso, il quale invita gli elettori ad "affidarsi a un movimento come il MAIE che pensi soltanto a difendere diritti e interessi di noi residenti oltre confine".
   "Dai partiti solo chiacchiere da anni", prosegue il candidato MAIE, per il quale "gli eletti nei partiti tradizionali non hanno mai pensato davvero a noi italiani nel mondo. In Italia tutti parlano degli immigrati, va bene. Ma chi parla di noi italiani residenti all’estero?".
   Sorriso critica in particolare l’operato dell’On. Fucsia Nissoli, che, sostiene, "per quattro anni e mezzo ha sostenuto i governi di sinistra e poi è passata al centrodestra, improvvisamente fulminata sulla via di Damasco".
Nissoli, aggiunge Sorriso rivolgendosi a Giulio Terzi, presente in studio in rappresentanza della lista Salvini-Berlusconi-Meloni, ha dato il suo sostegno "a un governo che ha portato avanti decisioni scellerate nei confronti degli italiani nel mondo, tra tagli ai fondi alla cultura italiana nel mondo e tasse continue, persino sulla cittadinanza italiana, un diritto costituzionale".
  "Basta partiti", conclude Sorriso, invitando gli elettori a dare "fiducia al MAIE, perché il MAIE siamo noi italiani nel mondo". (aise)



ANGELA MARIA PILOZZI


FIORENZO BORGHI







ALESSANDRO IOSSA


TONINO SANDRO




EMILIO BARLETTA



VERONICA NAVARRA



LUCA PALAZZOTTO




GIOVANNI GENNARI








TUTTI I CANDIDATI DEL CENTRO-NORD AMERICA
(click on name)


   CAMERA    SENATO



Pdl Fucsia Nissoli (FI)
Vincenzo Arcobelli (FdI)
Matteo Gazzini (Lega)
Basilio Giordano (FI)
Francesca Alderisi (FI)
Paolo Cortellucci (FdI)



Francesca La Marca
Giovanni Faleg
Rocco di Troilo
Isabella Weiss
Pasquale Nestico
Angela Maria Pirozzi




Emanuel Mazzilli
Francesco Ditta
Antonino Cala` Lesina
Fiorenzo Borghi
Alessandro Iossa




Giuseppe Continello
Pierluigi Roy
Sandro D'Aversa




Giovanna Giordano
Salvatore Ferrigno
Leonardo Metalli
Angelo Viro
Paolo Canciani
Augusto Sorriso




Rosanna Di
Pierdomenico            
Giovanni Mannino
Alberto Quartaroli
Dom Serafini
Emilio Barletta
Veronica Navarra




Francesco Galtieri
Mariateresa Cascino
Cesare Romano
Roberto Ciliberto

Luca Palazzotto
Giovanni Gennari




Matteo Riva
Francesca Uccelli




Giuseppe Macario
Bettina Borrelli





CHI PUO` VOTARE E COME SI VOTA
Normative e istruzioni sono visibili sul sito della Farnesina al Ministero degli Affari Esteri...

Great exposure, large targeted audience
I PORTALI INTERNET
MINISTERO DEGLI AFFARI ESTERI
MINISTERO DELL'INTERNO
FORZA ITALIA
LEGA
FRATELLI D'ITALIA
PARTITO DEMOCRATICO
MOVIMENTO 5 STELLE
LIBERI E UGUALI
MAIE
TUTTI (84) I CONTRASSEGNI

I PROGRAMMI


IL PROGRAMMA DI FRATELLI D'ITALIA
IL PROGRAMMA DELLA LEGA









L'ARCHIVIO

ELETTI 2013


ELETTI 2008



POLITICHE ITALIANE


Great exposure, large targeted audience